52 convegno cardiologia milano
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Aggiornamenti in aritmologia
XagenaNewsletter

L'interazione tra Amiodarone e Warfarin dipende dalla dose di mantenimento dell'Amiodarone


L'interazione tra Amiodarone e Warfarin è già stata descritta, seppur studi di breve durata.
I Ricercatori del Philadelphia College of Pharmacy dell'University of the Sciences di Filadelfia (USA) hanno esaminato l'interazione tra Amiodarone ed il Warfarin per un tempo maggiore e con una casistica più ampia.

Un totale di 43 pazienti ha ricevuto sia l'Amiodarone che il Warfarin per almeno 1 anno ed il dosaggio del Warfarin è stato aggiustato in modo da raggiungere un INR compreso tra 2 e 3.
Al basale, prima della somministrazione dell'Amiodarone, il dosaggio del Warfarin era 5,2 +/- 2,6 mg/die. Il picco di interazione è stato raggiunto dopo 7 settimane in corrispondenza di una riduzione massima media del 44% nel dosaggio del Warfarin.
Il dosaggio del Warfarin è risultato inversamente correlato alla dose di mantenimento dell'Amiodarone. Episodi di sanguinamento minore sono avvenuti in 5 pazienti (12%).
Per i pazienti che assumevano i dosaggi di mantenimento di Amiodarone di 400, 300, 200 o 100 mg/die, è stata raccomandata una riduzione del dosaggio di Warfarin di circa il 40% , 35% , 30% o 25%, rispettivamente.
Da questi dati emerge che l'interazione tra Amiodarone e Warfarin dipende dalla dose di mantenimento dell'Amiodarone. ( Xagena 2002 )

Sanoski CA & Bauman JL , Chest 2002; 121: 19-23


Indietro