Aggiornamenti in aritmologia
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
52 convegno cardiologia milano
XagenaNewsletter

Prevenzione della fibrillazione atriale dopo intervento cardiochirurgico


La fibrillazione atriale è un fenomeno comune dopo intervento cardiochirurgico con un'incidenza del 10-53%.
Recenti evidenze hanno suggerito che l'Amiodarone può fornire un'efficace profilassi contro la fibrillazione atriale in molti pazienti sottoposti ad operazione cardiochirurgica.
Lo studio ha valutato se l'Amiodarone somministrato dopo l'operazione fosse in grado di ridurre l'incidenza della fibrillazione atriale post-operatoria.
Un totale di 1.196 pazienti consecutivi, che erano stati sottoposti a varie procedure a cuore aperto con bypass cardiopolmonare tra il luglio 1999 ed il febbraio 2000, aveva ricevuto l'Amiodarone per os (400 mg bid).
L'incidenza di fibrillazione atriale in questo gruppo di pazienti è stato confrontato con quella di un gruppo di 1.246 pazienti sottoposti a cardiochirurgia con bypass cardiopolmonare nei precedenti 8 mesi (novembre 1998- giugno 1999) senza tuttavia ricevere l'Amiodarone.
Un totale di 294 pazienti (25%) ha sviluppato fibrillazione atriale nel gruppo trattato con Amiodarone e 385 (31%) nel gruppo controllo.
All'analisi di regressione logistica multivariata, il trattamento con Amiodarone per os è risultato essere un predittore indipendente di un più basso rischio di fibrillazione atriale e di una minore permanenza in ospedale.
Pertanto il trattamento post-operatorio con Amioadrone per os è sicuro ed efficace ed è associato ad una ridotta incidenza di fibrillazione atriale. ( Xagena )

Stamou SC et al, Chest 2001; 120: 1936-1941


Indietro